Login

MyLav blog

PERCHE’ DOBBIAMO SEMPRE ESEGUIRE ALMENO DUE PROIEZIONI DEL TORACE E DELL’ADDOME PER AVERE UNO STUDIO RADIOGRAFICO DIAGNOSTICO?

Dr Giliola Spattini, PhD, ECVDI Diplomate, Consulente MYLAV

La radiologia è la modalità di diagnostica per immagini più a disposizione e più utilizzata in medicina veterinaria. Tuttavia non è la più semplice, sia per l’esecuzione, sia per l’interpretazione. A volte si tende ad effettuare un'unica proiezione toracica e addominale incorrendo, così, in cattve interpretazioni diagnostiche. Questo breve post cerca di spiegare perché questo è sbagliato e perché ciò può generare disastri!!!

Il mio consiglio è quello di prospettare al nostro cliente, proprietario di animale, un costo per lo “studio radiografico” e non per singola esposizione, e spiegare chiaramente il motivo per cui sarà necessario effettuare più proiezioni radiografiche. Sarà più costoso eseguire uno studio radiografico, ma i risultati diagnostici saranno abissalmente diversi.

Detto ciò passiamo al lato pratico. Vi chiedo di analizzare ed emettere le diagnosi differenziali per la radiografia toracica che segue. S vi è capitato di cercare di interpretare uno studio radiografico in singola proiezione, prego, divertitevi con questo caso. Come anamnesi posso dirvi che è un controllo per una patologia cronica. Alla semplice domanda (che in realtà semplice non è!): questo è un torace normale? Che cosa rispondereste? 

E se pensate che il torace non sia normale, che cosa c’è di anomalo? Difficile? Certo, praticamente impossibile interpretare questa radiografia. Infatti si deve ricordare che quando il paziente viene posizionato in decubito laterale, il polmone declive tende a collassare per la forza di gravità per cui contenendo molta meno aria, perde il normale contrasto e in pratica non si vede. Per cui in una proiezione laterale si identificano in genere dal 40 al 50% circa delle strutture toraciche che sarebbero normalmente identificabili con almeno due proiezioni. E non solo. 

Se aggiungo la proiezione sagittale, appare evidente che questo paziente ha solo i lobi polmonari destri, in quanto i sinistri sono stati asportati chirurgicamente a causa di una gravissima patologia pleurica che purtroppo risultò essere un mesotelioma. Avreste immaginato una simile situazione dalla laterale?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non convinti? Ok, altro esempio. Vi allego l’immagine del torace di una meticcia Labrador di 9 anni che tossisce. E’ stata eseguita solo una proiezione, con la paziente sedata. Sembrerebbe un decubito laterale destro, ma in realtà è un decubito sinistro, solo che a causa della sedazione e del fatto che la paziente è rimasta per 20 minuti sdraiata sul lato destro, i lobi destri sono completamente atelettasici. Per questo motivo la curva diaframmatica destra è dislocata cranialmente e i polmoni che risultano poveri di aria, risultano molto radio-opachi. Per quale motivo Sugar tossisce? Passato un mese la paziente continua a tossire ed ha perso quasi sette chili nonostante l’appetito sia quasi conservato. Che fare? Si ripete l’esame radiografico, questa volta con la paziente non sedata. 

Come? Non credete che sia la stessa paziente? Controllate l’artrosi nelle spalle e nei gomiti e controllate le alterazioni delle giunzioni costo-condrali e l’ottava sternebra: non ci possono essere dubbi che sia la stessa paziente. L’aver perso 7 kg cambia completamente la radiopacità del polmone e anche il fatto che ora il polmone è completamente areato aiuta molto. Notate niente? Forse un mal definito aumento di pattern interstiziale a livello dei campi dorso-caudali? Che cosa faresti adesso? Che ne dite delle altre due proiezioni?

Ci sono dei dubbi ora sul perché questa paziente tossisce?

Avremmo potuto diagnosticare facilmente il problema della paziente un mese fa se solo avessimo fatto almeno un’altra proiezione (sempre la sagittale).

Spero che questi esempi (ma potrei postarvene decine sia del torace che dell’addome), vi abbiano convinti ad abbandonare la malpractice della singola proiezione e spero che vi spieghino come mai se mi mandate su MYLAV una singola proiezione, mi rifiuterò di dire che un torace è normale sapendo che ci potrebbe essere una massa fino a tre centimetri di diametro nel polmone controlaterale (come in quest'ultimo caso) e mi rifiuterò di effettuare un’operazione di diagnostica per immaginazione. Io faccio diagnostica per immagini!!!

Un abbraccio a tutti i coraggiosi che fanno il nostro mestiere, il più difficile, quello che richiede sacrifici che altre categorie non riescono a immaginare, ma quello che riesce ad entusiasmarci ogni giorno, nonostante tutto!

Giliola Spattini, ECVDI Diplomate



  • Creato il: 2018-11-11 - 23:14:42
  • Postato da: Walter Bertazzolo
  • Categoria: DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

Commenti: 0
Non ci sono commenti al momento.